WHAT'S NEW?
Loading...

LA FASHION SEMIOLOGY


La Moda è una forma di comunicazione.

Come scriveva Barthes nel 1967, “Il vestito dà senso al corpo e quindi lo fa esistere: lo valorizza dandolo a vedere.
Il vestito non nasconde, né mostra, allude e valorizza: non esibisce ma semantizza”. [Barthes, 1967].

In parole povere, quando decidiamo di indossare una giacca o un pantalone, non ci stiamo solo proteggendo dal freddo, ma soprattutto stiamo comunicando.

"L’abbigliamento 'parla'. Parla il fatto che io mi presenti alla mattina in ufficio con una regolare cravatta a righe, parla il fatto che improvvisamente io la sostituisca con una cravatta psichedelica, parla il fatto che io vada alla riunione del consiglio di amministrazione senza cravatta".

Questo blog nasce per evidenziare tutti i segni che usiamo vestendoci, quando li usiamo bene e otteniamo il risultato desiderato ma soprattutto quando li usiamo male, creando entropia nella comunicazione, ovvero, fraintendimento del messaggio che desideravamo inviare.

Nasce per segnalare che, come dice Noth: “le merci (e anche gli abiti) sono segni il cui significato è di volta in volta determinato dal produttore (mediante la pubblicità) e dall’interpretazione di tali segni da parte del destinatario.”

Ecco qui il fantastico viaggio alla scoperta dei significati del codice dell'abbigliamento e della Moda che abbiamo intrapreso.