GLI ACQUISTI LUXURY E LA FONDAMENTALE COMUNICAZIONE OMNICHANNEL


Google già nel 2013 ha studiato, in partnership con Ipsos, le abitudini dei consumatori di beni lusso.

Quali gli insight più evidenti?

I Fashion e Luxury addicted sono sempre più “tech savvy”, vale a dire con una buona competenza nell'uso delle nuove tecnologie, secondo la definizione della stessa Big G.

Prima di procedere a qualsiasi tipo di acquisto, almeno il 75% fa ricerche online sui prodotti che desidera acquistare e il 71% lo fa principalmente tramite un motore di ricerca.


Sono in crescita anche quelli chi guardano video o immagini riferite al prodotto e chi si affida a recensioni e influencer (il 25%).

Da qui la necessità di strutturare un ottima comunicazione online, come sempre nelle corde della fashion semiology e della net semiology, al fine di "influenzare" la decisione dei potenziali clienti.

Poi, per quanto l’acquisto vero e proprio, prevale il punto vendita “fisico”.

Sempre secondo la ricerca Google/Ipsos, il 72% compra nei negozi (soprattutto nella propria area di residenza), anche dopo aver consultato eCommerce e negozi digitali.



Il 15%, invece, comprerebbe direttamente online con le seguenti motivazioni:
  • comodità
  • convenienza
  • maggiore assortimento
  • personalizzazione dell’ordine 

Chi invece preferisce il brick-and-mortar, cioè l’acquisto in negozio fisico, lo fa per questa serie di ragioni:
  • testare dal vivo il prodotto prima dell’acquisto
  • paura di falsi e contraffazioni
  • prima volta di un acquisto luxury
GLI ACQUISTI LUXURY E LA FONDAMENTALE COMUNICAZIONE OMNICHANNEL GLI ACQUISTI LUXURY E LA FONDAMENTALE COMUNICAZIONE OMNICHANNEL Reviewed by Polisemantica on 11:40:00 AM Rating: 5
Powered by Blogger.